06 687 8350 fabrizio@studiolegalegallo.it

Omicidio Giorni

Contenuto a cura
dell'Avv. Fabrizio Gallo
Data creazione: 19 Nov 2018
Data ultima modifica: 19 Nov 2018

Nel gennaio del 1996 un terribile delitto. Da una banale lite accaduta in discoteca per colpa di una ragazza, un giovane ragazzo di Crotone ma abitante a Chieri (BS), che svolgeva il servizio militare in una cittadina laziale, veniva aggredito da moltissime persone all’uscita della discoteca.

Ormai atterrato da calci e pugni nel mentre pensava di ricevere il colpo finale da un ragazzo che si avvicinava a lui, estraeva da terra un coltello ed con una affilatissima lama gli trafiggeva il cuore.

Moriva Raffaele Giorni un ragazzo di soli 19 anni della “Viterbo bene” appartenente politicamente al Fronte della Gioventù.

Il processo celebratosi presso la Corte di Assise di Viterbo, iniziava nel segno delle minacce e dell’aria pesante. Si riusciva a dimostrare in dibattimento nonostante l’avversità delle varie testimonianze, che il Campisi non uccise Giorni per futili motivi ma perchè egli era stato aggredito da un gruppo di facinorosi avventori del locale che non gradivano la presenza di militari nella loro città.

Il processo si concluse in Corte di Assise di Roma ed il ragazzo venne condannato alla pena definitiva di anni 18.


Leggi anche

Consulenza online

Raccontaci il tuo caso

Richiedi consulenza