06 687 8350 fabrizio@studiolegalegallo.it

Operazione Pizza Ciro

Contenuto a cura
dell'Avv. Fabrizio Gallo
Data creazione: 19 Nov 2018
Data ultima modifica: 19 Nov 2018

Maxi operazione dei Carabinieri di Roma scattata all’alba del 22 gennaio del 2014.

86 persone finiscono in manette nell’operazione definita Pizza Ciro che coinvolge molte persone ritenute appartenere al “Clan Contini” presunto clan di camorra a Napoli che si era espanso con l’acquisto di noti locali che secondo la Procura di Roma servivano per riciclare i soldi provenienti dal traffico illecito.

A finire in manette Luigi Antonio e Salvatore Righi già arrestati nel 2014 rei di ripulire secondo l’accusa a Roma i soldi della Camorra, un fiume di denaro ed una serie lunghissima di reati che ha portato in manette 86 persone.

Un imprenditore durante l’esecuzione della misura cautelare decide di gettarsi dal balcone e suicidarsi davanti ai Carabinieri intervenuti nella sua abitazione per dar corso alla ordinanza di custodia cautelare.

Il valore dei beni sequestrati ammonta a 250 milioni di euro ed una ramificazione spaventosa che arriva da Napoli sino alla toscana passando per Roma per Rimini ma che aveva il cuore pulsante nella capitale.

Uno degli arrestati a Napoli nominava l’avvocato Fabrizio Gallo e dopo un lungo processo innanzi al Tribunale di Napoli compente per territorio, ove moltissimi imputati venivano condannati a pene elevatissime, otteneva la completa assoluzione dai reati contestati e rimesso in libertà.


Leggi anche

Consulenza online

Raccontaci il tuo caso

Richiedi consulenza